C ontinua in Liguria il calo demografico: nel 2013 sono stati iscritti nelle anagrafi dei comuni 10.992 bambini, quasi seicento in meno rispetto al 2012 e addirittura quasi mille rispetto al 2010. Il calo è molto più sensibile nelle coppie dove entrambi i genitori sono italiani (-488 bambini; contro il meno 103 nelle famiglie con almeno un genitore straniero).
E’ quanto certificato da Unioncamere Liguria che sottolinea anche la forte diminuzione dei matrimoni registrata negli ultimi anni che, nel periodo preso in esame, sono passati da 8.246 nel 2010 a 7.327 nel 2013, con un calo dell’11,1%. Parallelamente cresce il peso relativo ai bambini nati da genitori non sposati, da 31,2% a 33,3%, valore superiore alla media nazionale che si ferma al 25,9%.
Lo studio di Unioncamere conferma poi un altro dato, e cioè che le liguri diventano mamme in età più matura anche se permane una leggera differenza tra le italiane e le straniere, cone le prime che hanno in media oltre 32 anni alla nascita dei figli, mentre le straniere partoriscono in media a 28 anni. Quasi il 10% dei nati ha una madre di almeno 40 anni, mentre a livello nazionale l’indicatore si attesta all’8%.

Pubblicato il 4/12/2014