O giovedì sarà un incontro risolutivo oppure sarà scontro. Lo dicono i sindacati dei lavoratori del trasporto pubblico dopo che la delibera regionale sul “fondino” è stata rinviata e il prefetto di Genova ha ha convocato appunto per giovedì in Regione un nuovo incontro, presenti tutte le parti. E’ questo il risultato dell’incontro di questa mattina tra lo stesso prefetto Fiamma Spena ed una delegazione di lavoratori del trasporto pubblico locale in concomitanza con lo sciopero di 4 ore proclamato da Cgil Cisl Uil Faisa CIsal e Ugl.
“Chiediamo un accordo di programma – spiegano i sindacati – che dica quanti soldi sono intenzionati a mettere sui bandi di gara gli enti, e l’impegno concreto di costruire un’Ati, associazione temporanea di imprese, che raggruppi le aziende per partecipare alla gara per vincere, con strumenti economici e finanziari adeguati. Aspettiamo questo incontro nella speranza di arrivare alla firma di un accordo altrimenti le relazioni saranno a livello di scontro”.
Quanto al “fondino”, non c’è accordo perché secondo i sindacati i 10 milioni previsti (e destinati a un esodo incentivato di personale nelle cinque aziende liguri) non devono essere usati, in nessuna percentuale, per ripulire i bilanci delle aziende.

Pubblicato il 10/3/2015