S ciopero spontaneo con blocco della portineria questa mattina alla Fincantieri di Riva Trigoso. Così, unitariamente, le rappresentanze sindacali del cantiere hanno deciso di risposndere all’Azienda circa il contratto integrativo.
Per Fim Fiom e Uilm la proposta di Fincantieri è irricevibile, puntando su flessibilità esasperata, tagli salariali, esternalizzazioni delle attività di scafo per quanto riguarda Riva nonché la separazione del comparto della meccanica dal resto del cantiere.
Tra le proposte choc, poi, anche quella di inserire negli scarponi degli operai dei microchip con funzioni di controllo.
Immediata è scattata anche la risposta dei cantieri liguri con il contemporaneo blocco della portineria a Riva e proteste al Muggiano di Spezia. Discussione aperta pure a Sestri Ponente, dove sono in preparazione manifestazioni per la prossima settimana.

Pubblicato il 19/3/2015

Tags:

Fincantieri in piazza contro disdetta dell’integrativo

Doppia protesta dei lavoratori stamane a Genova, da una parte Fincantieri, per dire no alla disdetta del contratto integrativo da […]

Piaggio Aero, “La politica si svegli e faccia rispettare l’accordo”

“Siamo al grottesco”. E’ lapidario il commento di Giacomo Conti sulla vicenda della Piaggio Aero dopo che si è scoperto […]

Fincantieri, il Tribunale dispone il reintegro dell’operaio licenziato

E’ stato reintegrato sul posto di lavoro l’operaio di Fincantieri di Sestri Ponente che il 7 novembre scorso era stato […]

Fincantieri, Landini: “Riva Trigoso, vertenza di carattere nazionale”

“Il grande successo dello sciopero unitario di oggi dei lavoratori di Fincantieri di Riva Trigoso dimostra che le persone si […]

[fblike style="button_count" float="right" showfaces="false" width="450" verb="like" font="arial"] [twitter style="horizontal" float="right"]